Interruttore di sicurezza con tecnologia RFID

Interruttore-di-sicurezza-con-tecnologia-RFID

Il monitoraggio affidabile di porte e ripari di sicurezza, e della relativa posizione, in ambienti industriali è un prerequisito fondamentale per garantire la sicurezza di impianti e operatori durante il funzionamento di macchinari potenzialmente pericolosi.

Gli interruttori interbloccati senza contatto PSRswitch, grazie all’intelligenza del transponder RFID integrato, offrono la massima protezione e un’elevata sicurezza in conformità con le norme EN ISO 13849 e EN ISO 14119. Il design compatto del dispositivo consente l’installazione dell’interruttore di sicurezza in diverse posizioni, il canale diagnostico integrato fornisce le relative informazioni di stato, come “porta aperta”, “porta chiusa”, “in attesa di reset”, “problema di cablaggio” e altro ancora, direttamente al relè di sicurezza collegato in parallelo.

L’interruttore di sicurezza con tecnologia RFID è una delle soluzioni installabile durante la fase di Remediation per raggiungere il necessario livello di sicurezza su macchine e impianti.

Interruttore-interbloccato-senza-contatto-PSRswitch

I vantaggi della tecnologia RFID

L’acronimo RFID sta per “Radio Frequency Identification”: significa che gli oggetti possono essere identificati in assenza di contatto fisico o visivo. Nell’interruttore di sicurezza PSRswitch, la tecnologia RFID garantisce lo scambio codificato dei segnali tra sensore e attuatore, la norma EN ISO 14119 richiede la codifica degli interruttori di sicurezza RFID per motivi di protezione contro manipolazioni e malfunzionamenti.

L’interruttore di sicurezza PSRswitch supporta il grado di codifica più elevato, pertanto non sono necessarie ulteriori misure di protezione, come ad esempio un’installazione in posizione nascosta per gli interruttori con un livello di codifica più basso.

Interruttori-interbloccato-senza-contatto-PSRswitch-Phoenix-Contact

Qual è lo scopo della norma EN ISO 14119 e qual è il suo contenuto?

“Sicurezza del macchinario – Dispositivi di interblocco associati ai ripari – Principi di progettazione e di scelta”: la normativa identifica quelli che sono i principi per la progettazione e la selezione, indipendentemente dalla natura della fonte di energia, dei sensori di sicurezza con e senza dispositivo di bloccaggio su porte di sicurezza, ripari di sicurezza e altri dispositivi di protezione mobili.

Tale norma è armonizzata ai sensi della Direttiva Macchine come “norma di tipo B”  per garantire la messa in sicurezza di macchine o impianti all’apertura della porta. Grazie all’interruttore di sicurezza PSRswitch è possibile identificare correttamente tutte le tipologie di anomalie, eliminando le pericolose conseguenze derivanti da guasti non rilevati.